Linguine al nero di seppia con scampi, verdure e pepe Andaliman

Linguine al nero di seppia con scampi e verdure

INGREDIENTI per 3 persone: 250 g di linguine al nero di seppia, 6 scampi, 2 asparagi, 1 pezzo di melanzana, 6 pomodorini ciliegini, fumetto di crostacei, 2 champignon, 1 spicchio d’aglio, olio evo, sale e pepe Andaliman di Spicebar.

PROCEDIMENTO: Eliminare dagli asparagi la parte finale dura e tagliarli a tronchetti e poi ogni tronchetto a metà, nel senso della lunghezza. Tagliare la melanzana a dadini, i pomodorini a pezzetti e privare l’aglio della buccia. Togliere la parte finale del gambo ai funghi e lavarli, privarli della pellicina sul cappello e tagliarli a lamelle. In una padella versare un filo d’olio, schiacciare l’aglio e farlo soffriggere brevemente. Unire gli asparagi, la melanzana, i funghi e, per ultimi, i pomodorini. Mescolare il tutto e far cuocere qualche minuto, aggiungendo 1 cucchiaio di fumetto di crostacei, poco sale e una macinata di pepe. Tagliare il carapace degli scampi, in modo da poterli sbucciare agevolmente una volta nei piatti. Unirli al sugo di verdure e far cuocere ancora 2 minuti. Cuocere la pasta in acqua salata, scolarla e farla saltare in padella con il condimento. Nel caso il sugo si fosse asciugato, unire ancora 1 cucchiaio di fumetto. Disporre le linguine nei piatti con gli scampi in bella vista e rifinire con una macinata di pepe agrumato Andaliman. Servire calde.
Nota: Per sapere come preparare il fumetto di crostacei, ecco la ricetta!

Fresco e con insolite note agrumate, il pepe raro indonesiano Andaliman ha un meraviglioso sapore di limone e lascia la bocca leggermente intorpidita, come il pepe di Sichuan. L’Andaliman è, infatti, un lontano parente del pepe del Sichuan ed è caratterizzato da aromi di lime e mandarino. Spicebar, un’azienda tedesca leader nel campo delle spezie, ha selezionato questo pepe selvaggio e ce lo propone in una pratica scatoletta dal design contemporaneo!

Pepe selvaggio Andaliman di Spicebar
Pepe selvaggio Andaliman di Spicebar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *