Trofie con pesto fatto al mortaio

Trofie con pesto fatto al mortaio

INGREDIENTI per 3 persone: 250 g di trofie, 70 g di foglie di basilico genovese D.O.P., 50 g di parmigiano reggiano grattugiato, 30 g di pecorino Fiore Sardo grattugiato, 30 g di pinoli, 1 o 2 spicchi di aglio di Vessalico, 2 cucchiai di olio extra vergine di olive taggiasche della Riviera di Ponente, sale grosso.

PROCEDIMENTO: Per fare il pesto al mortaio, iniziare a pestare l’aglio con i pinoli, fino ad ottenere una poltiglia. Aggiungere qualche grano di sale grosso e le foglie di basilico, precedentemente sciacquate e asciugate con un canovaccio. Il basilico, a questo punto, va pestato con un movimento rotatorio dolce del pestello in legno sul fondo e contro le pareti del mortaio in marmo. Quando il tutto sarà ridotto a una pasta, unire il parmigiano e il pecorino, amalgamarli sempre con il pestello, infine versare a filo un po’ d’olio. Bollire in acqua salata le trofie, scolarle, porle in una ciotola e condirle con il pesto appena fatto.

Utensile: Oggi vi presento un’elegante grattugia professionale di Microplane con manico in legno del Kentucky. Questa grattugia a lama fine, affilatissima e in acciaio inox, è ideale per i formaggi duri, come il parmigiano e il pecorino. Massimi risultati con il minimo sforzo…assolutamente da provare!

Grattugia lama fine Serie Master di Microplane
Grattugia lama fine Serie Master di Microplane

4 commenti

  1. […] PROCEDIMENTO: Rompere le uova in una ciotola, aggiungere il sale, il pepe, il parmigiano, il pesto e i pinoli, quindi mescolare il tutto. Imburrare una padella, versare le uova, coprire con un coperchio e cuocere bene un lato. Quando la frittata sarà solida, girarla con l’aiuto di un piatto e rimetterla in padella dal lato da cuocere. Cuocere giusto 1 o 2 minuti e girare la frittata su un piatto. Lasciarla raffreddare un poco e tagliarla a rettangoli. Disporla su un piatto da portata, decorarla con pomodorini tagliati e pinoli.Trovi qui la ricetta del pesto alla genovese! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *